fbpx

Quando sentiamo parlare di sistema immunitario pensiamo subito agli anticorpi. Di certo sono il sistema di difesa più evoluto ed efficace nel combattere le infezioni virali e batteriche. Ma quando veniamo infettati da un nuovo virus, il nostro organismo impiega 10-14 giorni per produrli dal momento dell'infezione e quindi probabilmente anche dopo che ci siamo già ammalati.

Dopo che il nostro organismo ha prodotto gli anticorpi, è in grado di eliminate l'infezione nel giro di due giorni e da quel momento diventiamo immuni a quel tipo di virus (ceppo virale) che ci aveva infettato. Però restiamo vulnerabili a tutti gli altri tipi. Sì, perché gli anticorpi sono un sistema di difesa molto specifico: ogni tipo di anticorpo è efficace solo verso quel tipo di patogeno che ne aveva stimolato la produzione.

Dato che di germi patogeni ne esistono veramente tanti tipi (centinaia e centinaia) e non sono solo virus, ma anche batteri e funghi, e molti di questi hanno anche la capacità di mutare, se avessimo solo questo tipo di immunità, verremmo infettati in continuazione per tutta la vita.

Ma allora che cosa ci difende da virus e batteri, impedendo che possano infettarci?

Se non riuscite a pensare ad altro che agli anticorpi, vi consiglio di continuare a leggere, perché alla fine saprete come un virus (come quelli del raffreddore o dell'influenza) riesce a farci ammalare, ma saprete anche come ridurre al minimo questo rischio.

 

Dovete sapere che il nostro sistema immunitario è costituito da due tipi di sottosistemi:

- immunità innata, che è attiva contro qualsiasi tipo di patogeno, perché non è specifica;

- immunità acquisita (o adattativa), che riguarda la capacità del nostro organismo di produrre gli anticorpi, che invece è specifica.

 

L'immunità acquisita è quella più evoluta e si chiama così perché si sviluppa nel bambino soprattutto nei primi 3 anni di vita, raggiungendo la piena maturazione intorno ai 5 anni di età. All'inizio non è presente, ma ci sono gli anticorpi ricevuti dalla mamma durante la gravidanza e con la prima poppata (colostro) che proteggono passivamente il bambino. Questi anticorpi scompaiono progressivamente verso i 6-8 mesi. Dopo, non essendo più protetto, inizia a infettarsi, iniziando così anche lo sviluppo di questo tipo di immunità che deve appunto acquisire. Quindi è naturale, anzi necessario, che il bambino entri in contatto con agenti patogeni, come i virus, e che si ammali. Se così non fosse questo tipo di sistema immunitario non si potrebbe sviluppare correttamente.

Chi ha bambini piccoli, qualche malattia deve necessariamente metterla in conto.

Il vero problema, molto diffuso purtroppo, è quando si ammalano di continuo appena iniziano ad andare al nido.

 

Per questo vogliamo parlarvi dell'immunità innata. Molti non sanno come funziona o addirittura che esiste. Ma è questo il primo sistema che ci difende dalle infezioni e che evita di farci ammalare di continuo, anche in età adulta.

L'immunità innata, si capisce anche dal nome, è attiva sin dalla nascita. Non è specifica perché agisce contro qualsiasi tipo di agente patogeno, come virus, batteri e funghi.

È costituita da barriere fisiche, come la pelle e le mucose che sono sempre attive, e da cellule che si attivano rapidamente nel caso in cui qualche agente patogeno riesca a superarle.

In questo articolo parleremo della mucosa respiratoria e del sistema di cui è dotata per bloccare la maggior parte delle infezioni.

La mucosa si chiama così perché è protetta da un sottile film di muco che produce continuamente.

Il video che si trova sotto mostra com'è fatta la mucosa respiratoria, che è quella che ci interessa, che è caratterizzata da un epitelio di cellule ciliate, cioè dotate di ciglia. Vi basterà guardare 20 secondi (dal minuto 0:50 al 1:10) per capire come funziona questo importante sistema di difesa

 

 

Come avete visto, i germi patogeni con cui entriamo in contatto, vengono bloccati dal muco viscoso (gel layer o strato di gel) che si trova sopra le ciglia. Le ciglia, immerse in un secreto più fluido (saline layer o strato salino), con il loro movimento trasportano questo strato di gel verso la gola.

Questi germi (virus, batteri..) non potendo raggiungere le cellule della mucosa, non possono infettare e vengono disattivati dal lisozima (sostanza antivirale e antibatterica presente nel muco). Arrivati alla gola, vengono inghiottiti e distrutti dai succhi gastrici, o espulsi con la tosse. È così che la maggior parte dei germi patogeni con cui entriamo in contatto vengono eliminati.

Questo sistema di difesa impedisce che avvenga l'infezione e senza l'infezione non ci possiamo ammalare.

Questa continua funzione di pulizia ed eliminazione di germi patogeni prende il nome di “clearance mucociliare”. Per funzionare è necessario che il sottile film di muco e il movimento delle ciglia rimangano costanti.

  

Che cosa può compromettere la clearance mucociliare?

Continuando a guardare il video (dal minuto 1:50 in poi) vedrete che quando l'umidità relativa diminuisce, anche il sottile film di muco si riduce. L'aria secca provoca la riduzione degli strati di muco, così il movimento delle ciglia si blocca e i patogeni raggiungono facilmente la mucosa, infettandola.

Questo avviene quando ci troviamo in un ambiente chiusoriscaldato, o climatizzato come avviene in estate, che provoca aria secca.

Se a questo aggiungiamo il fatto che quando stiamo fuori al freddo, le basse temperature possono rallentare (fino a paralizzare) il movimento delle ciglia, diventa semplice capire perché in autunno e inverno è più facile ammalarsi.

 

Ora sappiamo anche che:

- il freddo rallenta il movimento delle ciglia;

- l'aria secca riduce lo strato di muco.

Già una sola di queste due cose può compromettere la funzione della clearance mucociliare, permettendo ai patogeni, come virus e batteri, di raggiungere la mucosa e agganciarsi alla sua superficie, infettando le cellule dell'epitelio. Da qui inizia la lotta del nostro organismo per combattere l'infezione.

 

Cosa possiamo fare per evitarlo?

L'haloterapia è uno dei migliori sistemi che la natura ci ha regalato per aiutarci a mantenere attivo ed efficiente questo sistema di difesa, perché il sale, oltre a svolgere le azioni di cui abbiamo già parlato in questo articolo, preserva la clearance mucociliare perché:

- aiuta a mantenere costante lo strato di muco che protegge la mucosa respiratoria;

- stimola il movimento delle ciglia.

 

Quindi l'haloterapia preserva e stimola il primo sistema di difesa che abbiamo a disposizione sin dalla nascita contro le infezioni. Ricordate che solo l'infezione di un patogeno può causare la malattia

Il freddo o gli ambienti chiusi, anche se svolgono un ruolo in tutto questo, non sono la causa della malattia. 

Mantenere attiva ed efficiente la clearance è il miglior modo per evitare di ammalarsi di continuo.

 

Questo non significa che non ci ammaleremo mai. Qualche volta può succedere e, come avete letto, in certi casi è addirittura necessario. Se vuoi sapere che cosa succede quando ci ammaliamo leggi anche questo articolo:

perché ci ammaliamo >

 


Bibliografia/Fonti:

- https://www.sergioalbanese.it/il-nostro-sistema-immunitario/
- https://www.amicopediatra.it/crescita/come-aiutare-i-bambini-a-sviluppare-sistema-immunitario-forte-efficiente_igiene_sicurezza-e-prevenzione_sviluppo-fisico/
- https://www.sergioalbanese.it/i-consigli-dello-specialista/alimentazione/alimentazione-e-produzione-di-muco/
- https://www.vitalprogram.it/module/psblog/module-psblog-blog?id=6
- https://www.sinusitis-bronchitis.ch/it/atemwege/reinigung
- https://www.aspirina.it/sintomi-influenzali/raffreddore/
- https://www.sergioalbanese.it/le-malattie-orl/naso/il-raffreddore/
- https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/?term=halotherapy
- https://www.lucea-multimedica.it/benefici-dellaria-mare/
- http://www.ildottorzoccatelli.it/Pediatra/IlMare
- https://www.pneumologo-ballor.it/malattie/terapie-consigli/respirare-aria-mare-parere/

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy